La guida turistica è una figura molto attiva sul territorio italiano, essendo il nostro Paese una meta da sempre gettonata per il turismo interno ed estero. La ricchezza di patrimoni storici, artistici, naturalistici e paesaggistici rende l’Italia un ottimo campo d’azione per coloro che vogliono operare in questo settore; i corsi per guida turistica qui proposti offrono la preparazione necessaria a svolgere questo mestiere, sia sul territorio italiano che all’estero.

Chi è la guida turistica?

Per guida turistica si intende chi per lavoro accompagna gruppi di persone o singoli nella visita a luoghi di interesse, offrendo spiegazioni e informazioni sul loro valore artistico, storico, monumentale o naturalistico.

La guida turistica può accompagnare turisti locali o stranieri.

Ecco le sue principali competenze:

  • approfondita conoscenza storica e artistica dei luoghi in cui opera;
  • ottima conoscenza delle lingue;
  • capacità di relazionarsi con il pubblico, rispondendo con cordialità a ogni tipo di quesito ricevuto.

corsi per guida turisticaPer diventare guida turistica esistono due differenti tipi di percorso.

Ai laureati in Lettere con indirizzo in Storia dell’Arte o in Archeologia o titolo equipollente non può essere negato l’esercizio dell’attività di guida turistica, o subordinato all’esame abilitante o a prove selettive, salvo la verifica delle conoscenze linguistiche e del territorio. Le regioni promuoveranno sistemi di accreditamento non vincolanti per le guide turistiche specializzate in particolari siti, località e settori.

Per tutti gli altri casi, occorre frequentare un corso di formazione per guide turistiche, e, in seguito, sostenere un esame abilitante all’esercizio della professione.

Un percorso analogo spetta alla figura dell’accompagnatore turistico, che tuttavia si distingue dalla guida turistica per una serie di aspetti.

Chi è l’accompagnatore turistico?

Per accompagnatore turistico si intende chi per professione accompagna gruppi di persone o singoli nei viaggi attraverso il territorio nazionale o all’estero. Fornisce notizie di interesse turistico sulle zone di transito al di fuori dell’ambito di competenza delle guide turistiche.

Si tratta di un lavoratore autonomo che opera su committenza di tour operator, agenzie di viaggio o enti di promozione turistica.

Ecco le principali competenze dell’accompagnatore turistico:

  • cura l’attuazione del programma turistico prestabilito;
  • fornisce informazioni sulle località visitate, senza tuttavia sostituirsi alla guida turistica;
  • offre assistenza in caso di inconvenienti;
  • gestisce gli adempimenti burocratici e amministrativi del gruppo che accompagna;
  • si occupa della sistemazione dei viaggiatori negli alberghi;
  • si premura di far rispettare gli orari degli appuntamenti programmati;
  • deve costantemente assicurarsi che ogni aspetto del viaggio soddisfi la clientela: dalla qualità del cibo, all’efficienza dei trasporti, al comfort delle strutture.

Frequentare un buon corso per accompagnatori turistici è certamente formativo dal punto di vista delle conoscenze da acquisire in materia di legislazione turistica, cultura generale e competenze burocratiche.

Chi vuole esercitare questa professione dovrà dimostrare di possedere determinati requisiti:

  • aver acquisito un bagaglio di esperienze nel corso di numerosi viaggi effettuati prima di entrare nel mondo del turismo;
  • ottima conoscenza di almeno due lingue straniere europee e una buona e ampia cultura generale;corsi per guida turistica
  • spiccata capacità organizzativa;
  • diplomazia da esercitare con tutti i soggetti con cui gli capiterà di mediare nel corso dei viaggi: i clienti, i committenti, le autorità locali, le guide turistiche ecc.;
  • conoscenze storiche, artistiche e geografiche da aggiornare continuamente in base ai Paesi di volta in volta visitati;
  • conoscenza della normativa sul turismo, sulle formalità doganali, sulla valuta;
  • abilità e destrezza nel leggere mappe e cartine e nel consultare libri e guide nel corso dei viaggi;
  • efficienza nel tenere i contatti con le ambasciate, i consolati e gli uffici di polizia del luogo per ogni evenienza.

Ai titolari di laurea o diploma universitario in materia turistica o titolo equipollente non può essere negato l’esercizio dell’attività di accompagnatore turistico, fatta salva la verifica delle conoscenze specifiche quando non siano state oggetto del corso di studi.

Per lavorare nel turismo è quindi indispensabile raggiungere un elevato livello di formazione: i corsi qui proposti forniscono un valido aiuto per immagazzinare competenze teoriche e pratiche finalizzate al conseguimento dell’abilitazione.

 

Corsi per guida turistica in Lombardia

Corsi per guida turistica in Piemonte

Corsi per guida turistica in Puglia

Condividi questo articolo
Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone