In origine con il termine “grafico” si indicava il personale tecnico addetto alle macchine per la stampa nelle litografie o tipografie. Oggi si tratta di un professionista che si occupa della creazione di oggetti visivi da stampare, pubblicare o trasmettere attraverso i media digitali, con lo scopo di comunicare un messaggio al pubblico tramite la combinazione di testo e immagini. I corsi di grafica qui proposti introducono all’apprendimento delle tecniche indispensabili per lavorare nel settore.

Cosa fa un grafico?

Il compito principale di un graphic designer consiste nel disporre tutti gli elementi del suo progetto nel modo più semplice e funzionale possibile. Inoltre, un vero professionista deve anche essere in grado di assumersi importanti responsabilità progettuali e di direzione artistica del lavoro.

corsi di grafica corsi professionali torinoSono tanti i settori della comunicazione in cui un grafico può essere impiegato: le agenzie pubblicitarie, le redazioni, le case editrici.

I grafici pubblicitari devono creare prodotti che esaltino l’identità della società o dell’azienda loro committente, oltre a occuparsi dei manifesti e cartelloni pubblicitari, nonché del packaging del prodotto.

All’interno dell’editoria, il grafico crea l’impaginazione e progetta libri, riviste, cataloghi…

Nel giornalismo il suo ruolo è importante al fine di migliorare la presentazione delle notizie nei tg o nei periodici.

Anche per i siti web il grafico svolge un compito fondamentale per la progettazione tecnica e grafica e la creazione di un’interfaccia interattiva e accattivante per chi naviga in rete.

Quali competenze deve possedere un grafico?

Risalendo alla storia di questo profilo professionale, il termine inglese graphic design è stato usato per la prima volta nel 1922, nel saggio New Kind of Printing Calls for New Design, scritto dall’illustratore americano William Addison Dwigginsl, per definire una serie di discipline artistiche che si concentrano sulla comunicazione visiva.

I mezzi teorici e pratici di cui si serve un grafico sono i seguenti:

  • gli strumenti e le principali tecniche del disegno e della rappresentazione grafica;
  • i materiali e le tecniche di lavorazione;
  • la conoscenza degli eventi storici alla base dell’attuale cultura della progettazione grafica;
  • le tecniche della grafica (sia quelle tradizionali e contemporanee che quelle legate alla grafica computerizzata e di modellazione digitale);
  • le tecniche del colore e del suo utilizzo;
  • le tecniche della stampa e della grafica editoriale;
  • le tecniche della fotografia;
  • gli aspetti teorico- scientifici e metodologici della disciplina;
  • la comunicazione visiva, la teoria della percezione e la psicologia della forma.

I requisiti fondamentali che riguardano questa professione sono:

  • una spigliata e versatile conoscenza dell’ambito della comunicazione;
  • dimestichezza nel campo delle nuove tecnologie;corsi di grafica corsi professionali top
  • competenze sulla multimedialità;
  • capacità di trovare le soluzioni visive più pertinenti in base alla tipologia di pubblico cui ci si rivolge.

La figura professionale che i corsi di grafica si pongono l’obiettivo di formare è un grafico in grado di identificare con acutezza lo scopo del messaggio da trasmettere, e realizzare quindi prodotti che abbiano un immediato impatto sul target dei destinatari.

Cosa si impara nei corsi di grafica

I corsi di grafica qui proposti sono rivolti sia a chi non ha esperienze nel settore sia a coloro che vogliono approfondire le proprie conoscenze sull’utilizzo di particolari software; molti centri, ad esempio, propongono dei corsi di Photoshop sia base che avanzati, corsi di Illustrator e corsi di InDesign.

 

Corsi di grafica in Campania

Corsi di grafica nel Lazio

Corsi di grafica in Lombardia

Corsi di grafica in Piemonte

Corsi di grafica online

Condividi questo articolo
Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone