Le figure professionali che operano nell’industria e nell’impiantistica sono operai altamente specializzati, che hanno alle spalle un percorso formativo mirato all’apprendimento di tecniche di utilizzo di materiali e strumenti, nozioni di ambito matematico e fisico e norme di sicurezza sul luogo di lavoro. I corsi professionali qui selezionati garantiscono quindi una preparazione completa in merito a tutti questi aspetti.

La formazione professionale nel settore industria e impiantistica

I profili professionali che operano nell’industria e impiantistica sono tanti, e ciascuno necessita di una preparazione specifica.

Un elettricista professionista dev’essere in grado di realizzare gli impianti, effettuare la manutenzione e certificarli. Per diventare elettricista è indispensabile intraprendere una scuola professionale in cui alla parte teorica faccia seguito una fase pratica sotto forma di tirocinio, presso un artigiano privato, oppure di praticantato di due anni in un’azienda.

Allo stesso modo, un idraulico o termoidraulico si occupa della realizzazione e della manutenzione di impianti di distribuzione di acqua, gas e impianti di condizionamento all’interno di un’impresa o in una abitazione civile. Per diventare idraulico è quindi necessario acquisire nozioni di idraulica generale che consentano di intervenire su industria e impiantisticaimpianti già esistenti e di installarne di nuovi.

Effettuare una saldatura è un’operazione estremamente complicata, che richiede grandi capacità: un saldatore possiede nozioni di disegno meccanico, conosce la tecnologia dei materiali saldabili,le reazioni dei materiali alle sollecitazioni meccaniche e la loro resistenza, sa applicare le tecniche di esecuzione per i vari tipi di saldatura (ad esempio, saldature su acciaio e/o lamiere in acciaio al carbonio, in acciaio inox).

Molto delicato è poi il compito del programmatore di macchine CNC, che, utilizzando macchine utensili a controllo numerico, esegue lavorazioni, assemblaggio e/o revisione di pezzi meccanici sulla base di disegni tecnici: il controllo e la gestione di queste macchine implica un’adeguata preparazione in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro, tecniche di montaggio, assemblaggio e aggiustaggio, manutenzione delle macchine utensili e molto altro.

Infine, un percorso formativo meno manuale ma più tecnico e concettuale è quello riservato a coloro che vogliono diventare disegnatori meccanici: fondamentale è, in questo campo, la conoscenza del software CAD (computer aided design), strumento che consente di sostituire il disegno manuale con un processo automatizzato, ricorrendo alla tecnologia informatica per eseguire la progettazione.

Questi mestieri sono al centro dei corsi di formazione professionale nel settore industria e impiantistica, che preparano gli allievi all’inserimento lavorativo all’interno di aziende di tutte le dimensioni.

Condividi questo articolo
Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone