Nel campo della ristorazione il cameriere, oltre a ricoprire un ruolo chiave nella gestione e organizzazione del servizio, è sicuramente la figura di riferimento per la clientela, con cui interagisce fornendo suggerimenti e consigli e accompagnandola con cortesia e discrezione per tutta la durata del pasto. Proprio per questo i corsi per cameriere sono mirati a formare delle figure professionali in grado di muoversi agilmente all’interno di strutture ristorative di qualsiasi genere, inserendosi in modo propositivo nei rapporti di collaborazione con il resto dello staff; la sua preparazione dovrà quindi comprendere ampie conoscenze di carattere enogastronomico, capacità di interazione con la clientela, proprietà di linguaggio, norme di comportamento.

Quali sono le mansioni del cameriere?

I corsi per cameriere danno ai giovani la possibilità di imparare un mestiere di cui in tutte le città italiane c’è costante richiesta, soprattutto nelle località turistiche e in determinati periodi dell’anno.

Un cameriere professionista deve svolgere con cura tutti i compiti che riguardano la gestione del servizio ai tavoli:

  • predisposizione della sala ristorante;
  • accoglienza dei clienti e accompagnamento al tavolo;
  • interpretazione delle esigenze gastronomiche della clientela;
  • vendita di prodotti e servizi dell’azienda;
  • gestione della clientela e di tutto il servizio;
  • rassettamento dell’area operativa.

Esistono inoltre diverse declinazioni della tradizionale figura del cameriere:

  • Chef de rang: si tratta di un cameriere qualificato con responsabilità di gestione di una specifica parte di ristorante chiamata appunto “rango”. Il commis de rang è l’aiuto cameriere, e lavora in coppia con il suo superiore chef de rang; il demi-chef de rang è un cameriere che ha intrapreso la mansione di chef de rang, e può lavorare in autonomia in un proprio rango, oppure lavora in abbinamento con uno chef de rang e un commis decorsi per cameriere rang.
  • Cameriere room service o ai piani: il suo settore operativo è il servizio di ristorazione nelle camere, che, all’interno delle strutture alberghiere di alto livello, rappresenta un aspetto fondamentale per garantire il mantenimento di uno standard qualitativo elevato.
  • Runner: è un termine che indica la versione moderna del “cameriere portapiatti” e del “cameriere porta-bevande”; malgrado il basso livello di professionalità, le sua mansioni richiedono un altissimo sforzo fisico.
  • Maggiordomo o butler: all’interno delle abitazioni di lusso, si prende carico di molte attività che riguardano specificatamente il servizio dedicato alla persona e la gestione dell’ambiente domestico, spesso in affiancamento ad altri camerieri.

Cosa si impara nei corsi per cameriere

Ecco le principali competenze che un aspirante cameriere acquisisce grazie a un corso di formazione professionale:

  • nozioni di alimentazione e igiene;
  • conoscenze linguistiche (in particolare l’inglese);
  • conoscenza delle principali esigenze e abitudini delle diverse tipologie di clientela, sia italiana che straniera;
  • nozioni di gastronomia, cucina nazionale e regionale;
  • elementi di enologia;
  • norme di comportamento, galateo e savoir-faire;
  • predisposizione al lavoro in team;
  • abilità manuali e resistenza fisica.

Di seguito forniamo una selezione di corsi per cameriere suddivisi per regione.

 

Corsi per cameriere in Abruzzo

Corsi per cameriere nel Lazio

Corsi per cameriere in Lombardia

Corsi per cameriere in Piemonte

Corsi per cameriere in Puglia

 

Condividi questo articolo
Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone